Attività di ricerca

Progetti di ricerca di dottorato e post-dottorato al Museo Egizio: “VIE. Vite da re-Intrecciare. Gli oggetti predinastici dell’antico Egitto dallo scavo di Eliopoli al museo”

info@museitorino.it
011 44 06 903
Dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 18:30
Il Museo Egizio, oltre a svolgere ricerche sulla propria collezione e in collaborazione con altri enti e istituzioni italiani e internazionali, ospita stabilmente progetti di ricerca di dottorato e post-dottorato: un'ulteriore e preziosa occasione per approfondire la conoscenza del grande patrimonio materiale custodito nelle sale e nei magazzini, attraverso la quale l'istituzione rafforza inoltre la propria mission come luogo aperto alla ricerca.

Come ogni mese, scopriamo uno dei progetti in corso all'interno del Museo.

Il progetto di studio attualmente in corso nell’ambito dell’assegno di ricerca “VIE. Vite da re-Intrecciare: gli oggetti predinastici dell’antico Egitto dallo scavo di Eliopoli al museo” (Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università degli Studi di Pisa) è condotto all'interno del Museo Egizio da Federica Ugliano; tale progetto ha come obiettivo primario il riscontro inventariale, la catalogazione e l’analisi del materiale predinastico proveniente dagli scavi effettuati da Ernesto Schiaparelli tra il 1903 e il 1906 sul sito di Eliopoli (Matariya, Cairo), e conservato presso il Museo Egizio di Torino.

La ricerca è stata articolata in due fasi principali:

1. “Scavo negli archivi” : attraverso un’attenta analisi della documentazione di archivio (note e taccuini di scavo, relazioni, fotografie, corrispondenza… ), sono state ricostruite in dettaglio le singole campagne di scavo e sono state identificate le aree indagate dalla Missione Archeologica Italiana, rendendo così possibile una ri-contestualizzazione archeologica del materiale rinvenuto.L’ ipotetica ricostruzione della topografia archeologica del sito è stata inoltre confrontata con i risultati degli scavi più recenti, in collaborazione con la missione egiziano-tedesca (diretta dal Dr. Aiman Ashmawy e dal Dr. Dietrich Raue) che opera attualmente sul sito dell’antica Eliopoli;

2. “Scavo in museo”: la seconda fase del progetto si è concentrata sullo studio del materiale archeologico databile alle fasi di occupazione più antiche del sito (4° millennio a.C.). A seguito di un preciso riscontro inventariale di tutti gli oggetti rinvenuti durante le quattro missioni di scavo condotte da Ernesto Schiaparelli e dalla Missione Archeologica Italiana, è stato possibile identificare, quantificare e catalogare i reperti databili al periodo predinastico.  Particolarmente interessanti risultano essere i numerosi vasi, frammenti ceramici e strumenti litici che sembrano testimoniare la presenza di un abitato predinastico, databile alla seconda fase della cosiddetta “Lower Egyptian Culture”/ epoca Maadi-Buto. L’analisi del corpus ceramico – divisione degli impasti, identificazione dei trattamenti di superficie, fotografia, disegno e ricostruzione delle forme originarie – è attualmente in corso.

 

Federica Ugliano ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Studi Umanistici (Scienze dei Beni Culturali) presso l’Università degli Studi di Trento, con una tesi dedicata allo studio della collezione predinastica del Museo Egizio di Torino, che ha preso in particolare considerazione gli elementi legati all’ornamentazione personale e alla costruzione di identità nell’Egitto predinastico. Ha collaborato al riallestimento della collezione torinese, di cui ha curato la sezione predinastica. Ha partecipato a diversi scavi in Italia e ha lavorato in Egitto come membro della missione archeologica italiana presso il Tempio di Milioni di Anni di Amenhotep II, Tebe Ovest, Luxor (Centro di Egittologia Francesco Ballerini, 2007- 2011), nonhcè all'interno della missione della New York University presso il sito di Abido (Institute of Fine Arts, 2013) e dal 2018 dell'Heliopolis Project presso il sito di Eliopoli (www.heliopolisproject.org). Tra i suoi interessi rientrano la cultura materiale e l’evoluzione sociale nel periodo predinastico, la storia della ricerca archeologica agli inizi del XX secolo e lo studio degli archivi egittologici. Il suo progetto di ricerca attuale riguarda la ricontestualizzazione del materiale predinastico proveniente dagli scavi di Ernesto Schiaparelli a Eliopoli, conservato presso il Museo Egizio di Torino.



 
info@museitorino.it
011 44 06 903
Dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 18:30